Categoria articoli: Altri articoli

Conta elevata di eosinofili: patologie eosinofile

Conta elevata di eosinofili: patologie eosinofile Quando si registra una conta elevata di eosinofili, con un incremento preoccupante di questo gruppo di globuli bianchi, questo aumento può causare un processo di infiammazione a carico dei tessuti, nei casi più severi si possono manifestare dei danni agli organi. Queste cellule del sangue, che svolgono un ruolo […]
Continua..
Pubblicità

Anisocitosi come si evidenzia

Anisocitosi come si evidenzia Tra i disturbi ematici che possono segnalare la presenza di future forme di leucemia o che evidenizano le anemie va tenuta sotto controlla l’anisocitosi, una condizione con cui si fa riferimento alla concentrazione nel sangue di globuli rossi di diversa dimensione, si possono riscontrare macrociti e microciti. I soggetti colpiti da […]
Continua..
Pubblicità

Sindrome da immunodeficienza neutrofila

Sindrome da immunodeficienza neutrofila Un’immunodeficienza primitiva come il quadro patologico della sindrome da immunodeficienza neutrofila provoca nel paziente una condizione di neutrofilia associata ad altri sintomi severi rappresentati da: grave disfunzione neutrofila, leucocitosi, esposizione frequente ad infezioni batteriche, difficoltosa riparazione delle ferite. Questa condizione si manifesta con un difetto dell’adesione leucocitaria, ma il soggetto che […]
Continua..
Pubblicità

Chemochine risposta immunitaria specifica

Chemochine risposta immunitaria specifica Nella risposta immunitaria vengono chiamate in causa le chemochine, una particolare classe di citochine, in grado di richiamare i leucociti nei tessuti infiammati e di stimolare le cellule dendritiche che catturano l’antigente presentandolo in seguito ai linfociti, stimolando anche i linfociti a spostarsi nei linfonodi attivando la risposta immunitaria specifica. Queste […]
Continua..
Pubblicità

Regioni Fc: regioni costanti

Regioni Fc: regioni costanti Il recettore Fc delle IgG ha la capacità di attivare la fagocitosi che viene così stimolata da parte dei granulociti o dei macrofagi, di fatto le regioni Fc dette anche regioni costanti hanno la funzione principale di legarsi alle cellule immunitarie attivandole. Gli anticorpi in quanto molecole sintetizzate in risposta alla […]
Continua..
Pubblicità

Adesione cellulare integrine

Adesione cellulare integrine Tra le proteine della superficie cellulare coinvolte nell’adesione cellulare ci sono le integrine, dei recettori di superficie che prendono parte al collegamento fra citoscheletro e matrice extracellulare, quindi nell’adesione cellulare attivano la comunicazione tra l’interno e l’esterno della cellula e servono. Di fatto nei processi di adesione fra le cellule e la […]
Continua..
Pubblicità

Leucemia promielocitica acuta quadro patologico

Leucemia promielocitica acuta quadro patologico Si definisce leucemia promielocitica acuta o fulminante la forma più aggressiva di tumore del sangue, costituendo un sottotipo distinto di leucemia acuta mieloide (LAM). Questo quadro patologico determina nel paziente problemi di coagulazione del sangue ed emorragie molto gravi, i casi più severi registrano la mrte precoce dei pazienti in […]
Continua..
Pubblicità

Cellule linfoidi innate: quale ruolo svolgono

Cellule linfoidi innate: quale ruolo svolgono Un gruppo di ricerca dal Dipartimento della Biomedicina all’Università ed all’Ospedale Pediatrico dell’Università di Basilea ha condotto uno studio, pubblicato nel giornale scientifico PNAS, che ha portato alla scoperto nell’appendice la presenza di specifice cellule immunitarie, si tratta delle cellule linfoidi innate (ILCs), il cui compito principale è quello […]
Continua..
Pubblicità

Malattie tromboemboliche biosimilare dell’enoxaparina sodica

Malattie tromboemboliche biosimilare dell’enoxaparina sodica In Italia è stato approvato un nuovo trattamento di malattie tromboemboliche, si tratta del primo biosimilare dell’enoxaparina sodica, messo in commercio con il marchio Inhixa, principio attivo che potenzia l’effetto dell’antitrombina III, cooperando ad inibire la formazione di nuovi coaguli. La sicurezza ed efficacia del biosimilare è stata dimostrata da […]
Continua..
Pubblicità

Sindrome monoMAC: come si evidenzia

Sindrome monoMAC: come si evidenzia I soggetti colpiti da deficit di monociti possono sviluppare una rara condizione patologica autosomica dominante associata a monocitopenia, linfopenia delle cellule B, linfopenia delle cellule NK, definita sindrome monoMAC: questo quadro patologico di recente scoperta dipenderebbe dalla presenza di mutazioni multiple nel GATA2 o meglio di un difetto genetico che […]
Continua..
Pubblicità