Regioni Fc: regioni costanti

Comment

Altri articoli

Regioni Fc: regioni costanti

Il recettore Fc delle IgG ha la capacità di attivare la fagocitosi che viene così stimolata da parte dei granulociti o dei macrofagi, di fatto le regioni Fc dette anche regioni costanti hanno la funzione principale di legarsi alle cellule immunitarie attivandole. Gli anticorpi in quanto molecole sintetizzate in risposta alla presenza di un antigene vengono sintetizzati per poi legarsi allo stesso antigene. Dal punto fi vista morfologico queste molecole sono dotate di una struttura composta da quattro catene polipeptidiche, tra le quali due sono leggere e due pesanti che risultano essere connesse tra di loro tramite dei ponti di solfuro. Ogni catena leggera (L) è formata da circa da 220 ammminoacidi, mentre la catena pesante (H) è composta da 440 amminoacidi ed è diversa per ciascuna classe o sottoclasse di immunoglobuline (anticorpi). Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: http://biologa.altervista.org/sistema-immunitario/immunoglobuline/.

Struttura degli anticorpi

Regioni Fc

Regioni Fc

Per quanto riguarda le catene pesanti, come quelle leggere, si compongono di due regioni diverse, si tratta delle regioni variabili e di quelle costanti; a loro volta le regioni costanti (CL e CH) sono dotate di sequenze amminoacidiche non troppo dissimili dalla maggior parte degli anticorpi della medesima classe o sottoclasse. Invece le regioni variabili (VL e VH) sono costituite da diverse sequenze amminoacidiche nei vari anticorpi. Le quattro catene che formano gli anticorpi sono legate fra loro generando una Y flessibile con una regione cerniera, la  porzione assiale della Y è chiamata frammento cristalizzabile e contiene il sito di legame dello stesso anticorpo alle cellule che a loro volta sono in possesso di recettore specifico. I due bracci aperti che costituiscono la Y contengono due frammenti leganti l’antigene (FAB) che si legano agli antigenici complementari. Il frammento cristallino (FC) in genere è formato da regioni costanti, i due FAB invece presentano delle sequenze costanti in associazione a delle sequenze variabili.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.