• Pubblicità
  • Rilascio di istamina da parte dei basofili

    Rilascio di istamina da parte dei basofili Il rilascio di istamina da parte dei basofili si verifica nella risposta infiammatoria allergica e nei casi di ipersensibilità, ma oltre ad essere un mediatore chimico dell’infiammazione si comporta talvolta da neurotrasmettitore. L’istamina viene conservata a livello ematico nei granulociti basofili e nelle piastrine, e nei mastociti diffusi […]
    Continua..
  • Lisosomi quale funzione svolgono

    Lisosomi quale funzione svolgono Le cellule dell’uomo per poter digerire particelle estranee si avvalgono dell’aiuto dei lisosomi, delle vescicole che si formano nell’apparato del Golgi, che racchiudono al loro interno degli enzimi idrolitici (detti idrolasi acide) che nel corso della digestione intracellulare vanno a tagliare grosse molecole, nello specifico le diverse idrolasi assolvono differenti funzioni […]
    Continua..
  • Pelle immunità innata come si evidenzia

    Pelle immunità innata come si evidenzia Il sistema immunitario umano può contare su una schiera di alleati preziosi in diversi distretti del corpo, tra cui la pelle che gioca un ruolo importante nell’immunità innata, ossia in tutta quella serie di meccanismi fisici e biochimici che si attivano indiscriminatamente nei confronti di una minaccia esterna che […]
    Continua..
  • Difese immunitarie moringa

    Difese immunitarie moringa I soggetti che risentono di un calo di energia oppure di un indebolimento delle difese immunitarie, si può far ricorso a degli alleati naturali come la moringa, una pianta equatoriale che possiede diverse sostanze benefiche in grado di promuovere numerose proprietà quali: ricostituente; antinfiammatoria; antiossidante; aumenta le difese naturali del corpo intervenendo […]
    Continua..
  • Recettore di membrana PD-1 ruolo

    Recettore di membrana PD-1 ruolo La risposta del sistema immunitario viene regolato da numerose molecole che stimolano ed inibiscono l’azione del MHC (sistema maggiore di istocompatibilità MHC) e dei recettori dei linfociti-T, in particolare l’attivazione e l’inerzia dei linfociti risente dell’influenza del recettore di membrana PD-1. Diverse proteine sono in grado di inibitori i linfociti-T, […]
    Continua..
  • Immunoglobuline G (IgG) compito difensivo

    Immunoglobuline G (IgG) compito difensivo L’organismo è dotato di molecole specifiche che hanno il compito di difendersi da agenti estranei, si tratta di diversi tipi di anticorpi coinvolte nella risposta immunitaria dell’organismo umano, in particolare le immunoglobuline G (IgG) costituiscono gli anticorpi principali presenti nel sangue e nel fluido extracellulare; questo tipo di immunoglobuline è presente principalmente […]
    Continua..
  • Choco lite e dimagrimento: come funziona

    Come funziona Choco Lite è uno degli integratori alimentari più spesso consigliati ed utilizzati in caso di sovrappeso ed obesità, entrambe problematiche che sfociano da affluenti comuni: alimentazione sbagliata sia a livello nutritivo sia a livello organizzativo in relazione a tempi e modalità seguiti per alimentarsi quotidianamente; sedentarietà o comunque attività motoria insufficiente alle proprie […]
    Continua..
  • Struttura del midollo e delle sue cellule esami

    Struttura del midollo e delle sue cellule esami Per valutare la struttura del midollo e delle sue cellule si ricorre ad indagini cliniche come l’aspirato midollare e la biopsia osteomidollare dei test spesso eseguiti in associazione ad altri esami alla ricerca di eventuali patologie ematiche. Questo genere di procedure diagnostiche permette di rilevare delle informazioni […]
    Continua..
  • Colostro difesa immunitaria

    Colostro difesa immunitaria Il latte secreto dalla mammella materna nei primi cinque-sei giorni dopo il parto viene chiamato colostro è rappresenta il primo latte da somministrare al neonato per garantirgli un prezioso apporto di principi nutrienti ed una più alta difesa immunitaria. In particolare questo liquido giallo è molto ricco d’immunoglobuline di classe A, di […]
    Continua..
  • Quadro clinico della granulomatosi eosinofila con poliangioite

    Quadro clinico della granulomatosi eosinofila con poliangioite Il quadro clinico della granulomatosi eosinofila con poliangioite si caratterizza per un’infiammazione granulomatosa necrotizzante con concentrazione di eosinofili che interessa le vie respiratorie con vasculite necrotizzante dei vasi di piccole e medie dimensioni, in associazione con l’asma e l’eosinofilia. Il paziente colpito da questa patologia si deve sottoporre […]
    Continua..