• Pubblicità
  • Sindrome monoMAC: come si evidenzia

    Sindrome monoMAC: come si evidenzia I soggetti colpiti da deficit di monociti possono sviluppare una rara condizione patologica autosomica dominante associata a monocitopenia, linfopenia delle cellule B, linfopenia delle cellule NK, definita sindrome monoMAC: questo quadro patologico di recente scoperta dipenderebbe dalla presenza di mutazioni multiple nel GATA2 o meglio di un difetto genetico che […]
    Continua..
  • Blasti patologici leucemie

    Blasti patologici leucemie Il quadro clinico delle leucemie acute dipende dall’alta concentrazione di blasti patologici che si accumulano a livello del midollo osseo, questa alterazione determina il danneggiamento della differenziazione e proliferazioni delle normali filiere ematopoietiche da cui si generano le seguenti cellule ematiche: eritrociti, leucociti, megacariociti. Nello specifico i blasti rappresentano delle cellule immature, […]
    Continua..
  • Fattori di stimolazione della colonia granulocitaria: Lenograstim

    Fattori di stimolazione della colonia granulocitaria: Lenograstim Un farmaco antineoplastico immunostimolante come il Lenograstim fa parte della famiglia farmacologiaca dei cosiddetti fattori di stimolazione della colonia granulocitaria, per questo motivo viene prescritto a quei soggetti che soffrono di neutropenia nel contesto di una neoplasia non mieloide che sono sottoposti a terapia mieloablativa seguita da trapianto […]
    Continua..
  • Le capacità del fattore di crescita derivato dalle piastrine

    Le capacità del fattore di crescita derivato dalle piastrine Si definisce fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF – Platelet-Derived Growth Factor) una citochina ossia una proteina prodotta principalmente dalle piastrine ed in minor misura da altre cellule, il cui compito principale è quello di stimolare la proliferazione delle cellule endoteliali e muscolari dei vasi, […]
    Continua..
  • Sindromi mieloproliferative come si evidenziano

    Sindromi mieloproliferative come si evidenziano Vengono classificate come sindromi mieloproliferative alcune malattie neoplastiche a carico del sistema emopoietico dovute ad un’alterazione della produzione di cellule mature oppure immature delle linee mieloidi (granulo-monocitica, piastrinica, eritrocitica). Queste malattie del sangue di tipo neoplastico hanno origine dalle cellule staminali malate che funzionano in modo anomalo e causano una crescita […]
    Continua..
  • Linfociti modificati geneticamente: terapia anticancro

    Linfociti modificati geneticamente: terapia anticancro Uno studio del San Raffaele di Milano ha individuato nei linfociti modificati geneticamente e trasformati una preziosa arma per impostare una terapia anticancro. Anche se la ricerca si è concentrata sulle leucemie, è stata individuata la possibilità di poter applicare questo approccio terapeutico anche ad altre forme di cancro avvalendosi […]
    Continua..
  • Terapia genica contro i tumori manipolazione delle cellule del sistema immunitario

    Terapia genica contro i tumori manipolazione delle cellule del sistema immunitario Le più recenti ricerche contro il cancro hanno permesso di formulare delle strategie più innovative e promettenti come cura tra cui la terapia genica contro i tumori, che si avvale della manipolazione genetica delle cellule del sistema immunitario per renderle capaci di riconoscere ed […]
    Continua..
  • Caratteristiche funzionali sistema immunitario

    Caratteristiche funzionali sistema immunitario L’immunità specifica può contare su delle caratteristiche funzionali specifiche che contraddistinguono il sistema immunitario e lo supportano in tutti i meccanismi che prendono parte alla difesa dell’individuo. Le funzioni difensive del corpo umano si esplicano attraverso: la specificità e la memoria, attraverso questa peculiarità si ha la possibilità di attivare risposte […]
    Continua..
  • Rilascio di istamina da parte dei basofili

    Rilascio di istamina da parte dei basofili Il rilascio di istamina da parte dei basofili si verifica nella risposta infiammatoria allergica e nei casi di ipersensibilità, ma oltre ad essere un mediatore chimico dell’infiammazione si comporta talvolta da neurotrasmettitore. L’istamina viene conservata a livello ematico nei granulociti basofili e nelle piastrine, e nei mastociti diffusi […]
    Continua..
  • Lisosomi quale funzione svolgono

    Lisosomi quale funzione svolgono Le cellule dell’uomo per poter digerire particelle estranee si avvalgono dell’aiuto dei lisosomi, delle vescicole che si formano nell’apparato del Golgi, che racchiudono al loro interno degli enzimi idrolitici (detti idrolasi acide) che nel corso della digestione intracellulare vanno a tagliare grosse molecole, nello specifico le diverse idrolasi assolvono differenti funzioni […]
    Continua..