Le capacità del fattore di crescita derivato dalle piastrine

Comment

Altri articoli

Le capacità del fattore di crescita derivato dalle piastrine

Si definisce fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF – Platelet-Derived Growth Factor) una citochina ossia una proteina prodotta principalmente dalle piastrine ed in minor misura da altre cellule, il cui compito principale è quello di stimolare la proliferazione delle cellule endoteliali e muscolari dei vasi, dei fibroblasti e della glia. Il PDGF è il principale mitogeno sierico per le cellule che compongono il tessuto connettivo embrionale nell’uomo, nello specifico i mitogeni acquistano grande centralità durante il processo di sviluppo embrionale ed anche nello sviluppo di tumori e di metastatizzazione a causa di alterazioni delle cellule. Questa proteina è coinvolta in diverse condizioni patologiche quali: neoplasie, forme di artrite, arteriosclerosi, sclerosi del midollo osseo. ll fattore di crescita derivato dalle piastrine viene codificato dal gene SIS, ovvero da un proto-oncogene presente nel genoma umano; si distinguono diverse forme di PGDF, tra le quali quelle isoforme rilasciate in forma attiva, sono costituite dagli omodimeri AA o BB oppure dall’eterodimero AB, mentre le forme CC e DD vengono attivate con clivaggio proteolitico. Per altre notizie si rimanda alla lettura di: http://www.abcsalute.it/dizionario-medico/fattore-di-crescita-derivato-dalle-piastrine-pdgf.html.

Le proprietà della proteina

fattore di crescita derivato dalle piastrine

fattore di crescita derivato dalle piastrine

In quanto fattore di crescita è dotato di diverse caratteristiche quali: la chemiotatticità che si esplica con la capacità di richiamare determinate cellule che si spostano verso determinati parti del tessuto; la proliferazione, in quanto i fattori di crescita sono in grado di far crescere determinate cellule in specifiche parti di un tessuto. Dal punto di vista fisiologico la formazione del coagulo si verifica quando le piastrine rilasciano PDGF che sfruttando le proprietà chemiotattiche richiama i macrofagi che mediante la loro attività fagocitica prendono parte al processo di eliminazione delle cellule morte che si sono concentrate a livello del trauma, nello stesso tempo il PDGF richiama i fibroblasti che vengono stimolati per produrre a livello locale PDGF questo perché i fibroblasti hanno il compito di sostituire le cellule morte rigenerando il tessuto.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.