Inversione della formula leucocitaria

1 Reply

Approfondimenti

Inversione della formula leucocitaria

Si parla specificatamente di inversione della formula leucocitaria quando dagli esami del sangue si denota una riduzione percentuale dei neutrofili ed aumento relativo dei linfociti, è un segnale che indica molto comunemente un’infezione virale in corso nel soggetto. In genere  questa alterazione dei valori ematici può essere ricondotta ad alcune virosi delle vie respiratorie, oppure ad infezioni veicolate  da citomegalovirosi oppure dal virus di Epstein-Barr responsabile del quadro clinico della  mononucleosi. In alcuni casi poi l’inversione della formula leucocitaria viene determinata dall’assunzione di alcuni farmaci che possono influenzare la produzione dei globuli bianchi, alterando il numero dei neutrofili, talvolta si registra un calo complessivo dei globuli bianchi. Nella maggior parte dei casi non si evidenzia nessuna sintomatologia clinica nel soggetto, inoltre a parte la riduzione percentuale dei neutrofili e l’aumento relativo dei linfociti, il totale dei globuli bianchi non risulta alterato, quindi non si tratta di una condizione preoccupante. L’inversione della formula leucocitaria se non associata ad una linfocitosi assoluta è un evento passeggero e benigno, comunque è bene monitorare la condizione il medico prescrive di ripetere gli esami del sangue a distanza di 15-20 giorni.

La formula leucocitaria

inversione della formula leucocitaria

inversione della formula leucocitaria

La formula leucocitaria è un esame del sangue si esegue abitualmente per misurare il numero di globuli bianchi in un millimetro cubo di sangue, si rileva così il rapporto quantitativo e percentuale dei diversi gruppi di globuli bianchi. La formula leucocitaria è un esame standard inserito all’interno dell’emocromo,  nello specifico il conteggio si esegue automaticamente attraverso l’uso di contatori elettronici, oppure mediante l’osservazione al microscopio ottico di una goccia di sangue strisciata su un vetrino e quindi mediante l’esame dello striscio di sangue. In presenza di linfocitosi associata all’inversione della formula leucocitaria è una condizione che se prolungata deve essere indagata attraverso una serie di accertamenti diagnostici clinici e strumentali per verificare la presenza di quadri clinici di tipo patologico.

Pubblicità

1 comment

  1. Carolina

    Ho letto la sua spiegazione, è molto chiara e semplice !
    Vorrei però delle informazioni aggiuntive. Alla fine del post dice che in caso di persistenza dell’inversione di formula è necessario indagare la presenza di altra cause patologiche. Quali potrebero essere le patologie che causano tale alterazione? Qual è lo specialista che si occupa di indagare tali variazioni?

    Studio infermieristica e ho sentito parlare di questa variazioni e mi piaceva saperne di più.

    Grazie in anticipo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.