Citochine quale ruolo difensivo hanno

Comment

Approfondimenti

Citochine quale ruolo difensivo hanno

In caso di un quadro infiammatorio vengono prodotte le citochine, delle molecole proteiche che vengono secrete da vari tipi di cellule come risposta ad uno stimolo in grado di modificare il comportamento di altre cellule provocando delle nuove attività come crescita, differenziazione e morte. In genere le citochine hanno un effetto autocrino, che si esplica con la modifica del comportamento della cellula che l’ha secreta, inoltre questi mediatori polipeptidici hanno un effetto paracrino, per cui sono in grado di modificare il comportamento di cellule adiacenti, alcune citochine possono invece agire in modo endocrino, modificando il comportamento di cellule distanti da loro. Questi mediatori polipeptidici, inviano dei segnali di comunicazione fra le cellule del sistema immunitario ed i diversi organi ed i tessuti; in base alla loro struttura si distinguono 4 differenti famiglie: le ematopoietine, che include diversi fattori di crescita, tra cui l’eritropoietina (Epo) e varie interleuchine; la famiglia dei TNF (tumor necrosis factor); le chemochine che controllano il virus dell’HIV; le interleuchine dall’IL-1 all’IL-36. Fanno parte delle citochine, gli interferoni, il cui compito è quello di stimolare le cellule facendole resistere ad eventuali infezioni virali. Altre notizie su http://www.leucociti.it/extravasazione-leucocitaria-come-si-verifica/.

Pubblicità

Le funzioni degli interferoni

citochine

citochine

Per difendere l’organismo da infezioni virali un ruolo centrale è svolto dalla famiglia degli interferoni, che inducono le cellule a resistere, in particolare viene attivato l’IFN-γ (interferone gamma), che viene liberato dalle cellule NK e dai linfociti T e ha come bersaglio gli stessi linfociti T, i linfociti B e i macrofagi; invece viene rilasciato l’IFN-α da parte dei leucociti dando il via ad un tipo di azione antivirale, per quanto riguarda  l’Interleuchina-1, essa viene prodotta dai macrofagi e ha come bersaglio i linfociti T, linfociti B ed altri tipi di cellule favorendo così l’extravasazione di molte cellule interessate dal processo di flogosi. Il sistema immunitario prevede il rilascio dell’Interleuchina-2 che viene prodotta dai linfociti T per agire nei confronti delle cellule T, delle cellule NK e per stimolare la proliferazione ed il differenziamento cellulare; l’Interleuchina-3 viene liberata dai linfociti Th1 ed agisce sulle cellule emopoietiche indifferenziate come fattore di crescita. L’Interleuchina-4 viene invece liberata dai linfociti Th2 e si indirizza nei confronti dei linfociti B su cui stimola la crescita e la cosmutazione di classe verso le IgE; mentre l’Interleuchina-5 viene liberata dai linfociti T e si attiva nei confronti dei linfociti B per favorire la produzione di IgA. L’Interleuchina-10 viene prodotta dai linfociti Th2 ed agisce sulle cellule Th1 inibendole mentre l’Interleuchina-11 è prodotta dai macrofagi agendo sui linfociti B, sui precursori megacariocitici.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *