Circuiti molecolari reclutamento leucocitario

Comment

Approfondimenti

Circuiti molecolari reclutamento leucocitario

Nel torrente ematico vengono coinvolti diversi circuiti molecolari che prendono parte all’articolato processo di reclutamento leucocitario che prevede vari stadi che chiamano in causa molecole solubili (citochine primarie e secondarie) e recettori di superficie espressi sui leucociti stessi e sull’endotelio. Nel corso dei processi infiammatori e della risposta immunitaria si verifica la fuoriuscita dei leucociti dal sangue circolante con migrazione verso i tessuti interessati da condizioni anomale, il processo di reclutamento dei leucociti dal circolo sanguigno con conseguente accumulo nei tessuti ha inizio dalla vasodilatazione, seguito da rotolamento e dalla fase di adesione all’endotelio vascolare, lo stadio finale è quello del passaggio attraverso l’endotelio e la membrana basale. La fuoriuscita dal torrente ematico di queste cellule ematiche viene regolata dalle proprietà dell’endotelio vascolare e dai segnali chemiotattici di origine tissutale, che hanno il compito di stimolare la migrazione direzionale dei leucociti. In quanto processo altamente selettivo, il reclutamento leucocitario porta a favorire la raccolta preferenziale in un determinato distretto da parte degli eosinofili o dai linfociti B; va precisato che la selettività dipende da una combinazione di specifiche molecole adesive e fattori chemiotattici. Altre notizie su: http://www.leucociti.it/reclutamento-dei-leucociti-dal-torrente-ematico/.

Il ruolo dell’endotelio vascolare

circuiti molecolari reclutamento leucocitario

circuiti molecolari reclutamento leucocitario

Si deve attribuire un ruolo attivo all’endotelio vascolare nei processi trombotici, infiammatori e di carattere immunitario, di fatto il rivestimento endoteliale non è un elemento passivo, visto che la parete vascolare come uncostituisce una componente primaria in grado di svolgere un ruolo attivo nei processi di emostasi-trombosi, infiammazione e risposta immunitaria. Nel reclutamento leucocitario prendono parte anche i fattori di origine tissutale, capaci di indurre migrazione direzionale dei globuli bianchi in risposta ad un gradiente di concentrazione attivando così la chemiotassi. Attualmente non è stato possibile identificare con precisione quali citochine siano in grado di indurre la migrazione direzionale delle diverse popolazioni leucocitarie, si tratta di una condizione essenziale per giungere alla piena comprensione delle basi molecolari che regolano il reclutamento dei leucociti del compartimento ematico, favorendo inoltre la strada della sperimentazione in campo medico con lo scopo di formular farmaci agonisti oppure antagonisti.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.