Adesione cellulare integrine

Comment

Altri articoli

Adesione cellulare integrine

Tra le proteine della superficie cellulare coinvolte nell’adesione cellulare ci sono le integrine, dei recettori di superficie che prendono parte al collegamento fra citoscheletro e matrice extracellulare, quindi nell’adesione cellulare attivano la comunicazione tra l’interno e l’esterno della cellula e servono. Di fatto nei processi di adesione fra le cellule e la matrice extracellulare le integrine svolgono il compito di adattatori, determinando le interazioni che coinvolgono le cellule e gli elementi di collegamento della matrice. Le integrine sono glicoproteine di membrana presenti sui leucociti che presentano nella porzione extracellulare delle teste globulari e nel compartimento citoplasmatico delle code che si collegano con il citoscheletro. Dal punto di vista strutturale queste proteine sono formate da due subunità definite alpha e beta, che legandosi tra loro possono formare integrine differenti: ogni integrina è costituito da subunità alfa e beta unite da legami non covalenti, così una determinata integrina ha la capacità di legarsi con ligandi diversi in base alla porzione extracellulare della subunità alfa. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: http://www.emjournal.net/htdocs/pages/art/16-inte.html.

Segnalazione dentro-fuori

adesione cellulare integrine

adesione cellulare integrine

In riferimento ai leucociti, nella conformazione a bassa affinità le teste globulari sono ripiegate verso la superficie cellulare, quando avviene il legame chemochina-recettore presente sull’endotelio si attivano vari segnali intracellulari (inside-out signaling ossia segnalazione dentro-fuori) da cui dipende una modificazione del citoscheletro (inside) che provoca a sua volta alterazioni sulla stessa conformazione esterna delle integrine (out). Durante il passaggio nella conformazione ad altà affinità le teste globulari si proiettano in avanti rendendosi pronte così al legame con il ligando, le integrine sono responsabili del legame stabile endotelio-leucocita. La segnalazione dentro-fuori è importante per il reclutamento dei leucociti durante la risposta infiammatoria: in condizioni basali le integrine sono in una conformazione inattiva e mantengono i leucociti in una condizione di non-adesività, quando si attivano i leucociti attraverso i mediatori chemiotattici locali derivati dall’endotelio vengono prodotti dei segnali nei leucociti con modificazioni conformazionali degli eterodimeri integrinici, si tratta di modificazioni che incrementano l’affinità delle integrine per i ligandi ICAM endoteliali e mettono in rilievo l’adesività dei leucociti all’endotelio.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.