• Pubblicità
  • Mieloftisi di cosa si tratta

    Mieloftisi di cosa si tratta Il processo di distruzione di elementi del midollo osseo con conseguente sostituzione di componenti cellulari estranei al midollo viene definito mieloftisi e rappresenta una condizione anomala che si registra nel quadro clinico di diverse condizioni patologiche. A causa dell’occupazione del midollo osseo da parte di masse tumorali si evidenzia una riduzione […]
    Continua..
  • Sindrome di Chédiak-Higashi: quadro patologico

    Sindrome di Chédiak-Higashi: quadro patologico Un disordine a carattere autosomico recessivo come la sindrome di Chediak-Higashi si presenta come una patologia di rara diffusione a livello clinico che determina nel soggetto una maggiore esposizione alle infezioni batteriche, questa suscettibilità è da ascrivere principalmente alle anomalie nell’attività microbicida dei neutrofili e dei monociti a cui si […]
    Continua..
  • Extravasazione leucocitaria come si verifica

    Extravasazione leucocitaria come si verifica In risposta a segnali chimici infiammatori si verifica la fuoriuscita dei leucociti dai vasi nelle sedi dell’organismo dove è richiesta la loro azione difensiva, questa funzione viene coadiuvata da specifici stimoli di natura chimica, questo meccanismo prende il nome di extravasazione leucocitaria o diapedesi leucocitaria. Attraverso il processo di extravasazione i leucociti presenti nel torrente circolatorio migrano […]
    Continua..
  • Mieloma multiplo quadro clinico

    Mieloma multiplo quadro clinico La produzione abnorme di plasmacellule identificata come mieloma multiplo o malattia di Kahler-Bozzolo è una neoplasia dovuta alla proliferazione di un clone neoplastico che coinvolge alcune cellule del sistema immunitario presenti nel midollo osseo impegnate nella produzione di immunoglobuline ossia degli anticorpi. Questa patologia si evidenzia con la formazione di masse tumorali multiple a carico di diversi organi, nel caso in cui […]
    Continua..
  • Maggiore suscettibilità delle donne nei confronti delle malattie autoimmuni

    Maggiore suscettibilità delle donne nei confronti delle malattie autoimmuni Da recenti indagini di carattere epidemiologico, clinico e sperimentale condotte da specifici studi sperimentali di carattere internazionale è emersa una maggiore suscettibilità delle donne nei confronti delle malattie autoimmuni, nella cui famiglia vengono classificate diverse  condizioni patologiche, in base ai recenti dati statistici circa l’80% dei […]
    Continua..
  • Passaggio dei leucociti all’ambiente extracellulare

    Passaggio dei leucociti all’ambiente extracellulare Il passaggio dei leucociti dall’ambiente ematico nei vasi all’ambiente extracellulare dove si attiva il processo di flogosi si compone di 4 fasi rappresentate dai processi di: kemiotassi, marginazione, diaperesi e attacco. La prima fase è rappresentata dalla chemiotassi durante la quale si verifica l’attivazione dei leucociti mediante fattori rilasciati da […]
    Continua..
  • Linfociti atipici cosa segnalano

    Linfociti atipici cosa segnalano Le analisi del sangue permettono di determinare il livello di globuli bianchi da cui si evidenzia anche quello dei linfociti ed è possibile individuare la presenza di anomalie, come ad esempio una concentrazione di linfociti atipici (linfociti reattivi). La presenza di questa tipologia di globuli bianchi è un segnale che indica una stimolazione […]
    Continua..
  • Granulomatosi di Wegener quadro patologico

    Granulomatosi di Wegener quadro patologico Frederick Wegener è stato il primo a descrivere per la prima volta una sindrome caratterizzata dalla presenza di granulomi nelle vie respiratorie in associazione a febbre, dolori articolari e lesioni cutanee ribattezzata granulomatosi di Wegener o vasculite granulomatosa che determina necrosi e granulomi nella mucosa delle vie aeree e nel […]
    Continua..
  • Leucocitosi degli eosinofili in caso di vasculite

    Leucocitosi degli eosinofili in caso di vasculite Gli eosinofili sono un gruppo di globuli bianchi, di cui non sono note specificatamente le funzioni, si tratta di granulociti che si originano dalle cellule progenitrici dei monociti-macrofagi, neutrofili e basofili, talvolta si può registrare la condizione di leucocitosi degli eosinofili in caso di vasculite ossia un’infiammazione dei vasi […]
    Continua..